Category Archive: Under_14 2018

I numeri di Fibonacci

Exhibit realizzato dalla classe 5B della s.p. di I Grado “A.Frank” Binasco

Misurando le viarie parti del corpo umano si trova conferma della sequenza di Fibonacci come l’exhibit dimostra.

Infatti, nella postazione di Binasco, i ragazzi per farci sperimentare questa tesi ci hanno misurato dal gomito al dito medio e l’hanno moltiplicato per il numero aureo (1,618): il risultato ottenuto è la misura completa del braccio. La regola vale anche per altre parti, come ad esempio denti e gambe.

E’ stato divertente scoprire che Fibonacci si nasconde anche tra ossa e muscoli.

A cura di Elena Larizza e Gaia Maria Celè della s.s. Di I Grado “Boezio” di Pavia

D1B8D84A-AA38-47E0-975E-FD347898B1FF

LE VITAMINE

Allo stand numero 10, l’unica cosa che compare è una ruota divisa in quattro spicchi, ciascuno contenente una vitamina, dalla A alla D, e il cibo in cui è possibile trovarla. E’ con questo semplice oggetto che i ragazzi della 2 C di Garlasco riescono a intrattenere chi si avvicina al loro bancone: al centro del disco si trova una freccia che il visitatore è invitato a far girare e, in base alla vitamina estratta, gli verrà posta una domanda a riguardo.

Ci siamo resi conto essere più complicato del previsto rispondere a dei semplici quesiti, infatti molte persone non sono molto informate sull’argomento. Per chi dovesse indovinare la soluzione esatta, Luca Giulia Allegra Alessandro e Tommaso regalano una caramella e un segnalibro creato da loro.

Ci dicono che è il primo anno per loro a SU18, nonostante la scuola abbia già partecipato alle scorse edizioni dell’evento.

-Avete visto gli altri esperimenti? Qual è il vostro preferito?

-Ci è piaciuto molto il “Laboratorio di educazione allo sviluppo sostenibile”, che ci ha illustrato gli effetti dell’inquinamento sul nostro pianeta. È innovativa l’idea di esporre un mappamondo che mostri le zone più calde della Terra le quali, a causa dell’effetto serra, diventerebbero ancora più torride, portando infine le popolazioni locali a migrare nell’attuale Canada e Siberia. Sono anche molto bravi i ragazzi, i quali illustrano con semplicità argomenti delicati come questi.

La ruota si può quindi definire un’idea semplice ma efficace per attirare l’attenzione di grandi e piccini e di chi si vuole mettere alla prova, per rendere le persone più consapevoli di ciò che mangiano ogni giorno.

 

Articolo a cura di: Roberta Basile, Marco Di Silvio

2 DLS ITIS “G. Cardano” – Pavia

 

dav

SIMMETRIE

Exhibit di: della 2D scuola secondaria di primo grado S.Boezio

 

I ragazzi ci hanno spiegato che molte cose in natura sono perfettamente simmetriche, ad esempio la stella marina, le farfalle, le tartarughe, le ragnatele..

Se si guarda un corpo di profilo, nella maggior parte dei casi, non è simmetrico, mentre se si guarda lo stesso corpo frontalmente, l’asse di simmetria lo divide in 2 parti speculari.

Esistono vari tipi di simmetria: la simmetria centrale in geometria è una rotazione di 180° intorno ad un punto di simmetria, mentre quella sferica è piena di assi di simmetria ed è presente in alcuni organismi viventi di forma sferica.

Ad esempio la rugiada  che cade sui petali delle rose non cade al centro, in modo che gli insetti possano prelevare più facilmente il nettare e favorire la riproduzione.

Gli alunni si sono divisi in 5 gruppi: ogni  gruppo si occupava di fare dei disegni e trovarne la simmetria  e spiegare, servendosi anche di cartelloni esplicativi, che questa legge la incontriamo più in natura che nei libri

 

Lavoro a cura di:

Marta Cavallotti e Nicolò Spiaggi classe 2°C della scuola secondaria di primo grado S.Boezio

con la collaborazione di Alessandro Di Francesco e Alessandro Bruscato classe 2°C della scuola secondaria di primo grado Della Chiesa

Immagine (2)

FIBONACCI E LA NATURA

Exhibit realizzato dalla classe 2A della scuola primaria “Pascoli”

 

I bambini hanno trattato della serie di Fibonacci in natura.

I numeri di Fibonacci sono importanti perché sono dei numeri che lui ha portato in Italia e quindi in Europa.

I bambini parlano dei numeri di Fibonacci in natura, come nei petali di margherita o nelle scaglie delle pigne che si trovano in natura posizionate a spirale. Da una parte 8 e dall’altra 13.

Parlano anche delle posizioni delle foglie sul ramo che nel pero sono 8, nel ciliegio sono 5 e nell’olmo sono 3, tutti questi numeri appartengono alla serie di Fibonacci.

I bambini hanno portato la sezione di una mela, essa presenta un fiore con 5 semi (numero di Fibonacci).

Collegandosi con Fibonacci si sono occupati anche di simmetrie.

I bambini spiegano anche la simmetria che è una ripetizione nella forma di un corpo. Spiegano anche esiste un’asse di simmetria e  ci mostrano le parti riflesse da una parte e dall’altra. I bambini hanno deciso di trattare anche delle simmetrie perché si trovano in natura insieme ai numeri di Fibonacci.

 

Articolo a cura di Alessandro Di Francesco, Francesca Miracca e Irene Tronconi della classe 2 C della s.s. di I grado “Dalla Chiesa” di S.Genesio

Immagine

Alla scoperta dei numeri della natura

Le reazioni chimiche: come si forma la molecola d’ acqua

I ragazzi con questo esperimento vogliono far capire che il numero e gli elementi (sostanze di partenza )e di prodotti (sostanze di arrivo) sono gli stessi e lo illustrano nel processo di formazione delle molecole di acqua da quelle di ossigeno e idrogeno.

La duplicazione cellulare: come si riproduce una cellula

I ragazzi con questo esperimento vogliono dimostrare che alla base della  riproduzione cellulare è nascosta la legge matematica delle potenze di 2. Una cellula per riprodursi si duplica e poi si strozza al centro. La cellula madre (la prima) si sdoppia e si divide in due cellule figlie le quali si divideranno a loro volta in due e così via

Le tensostrutture

I ragazzi mostrano come la srtuttura del ponte di Brooklin sia simile a quella di un bisonte fossile.

Arte e Geometria

La classe 2C ha realizzato delle tassellazioni e figure impossibili ispirandosi all’artista M. C. Escher.

 

BF1E28D8-6D15-4226-962A-1A59FC637329

LA 2A DÀ I NUMERI

Exhibit a cura della classe 2A della S.S. di I grado “Boezio” di Pavia.
I ragazzi illustrano i numeri attraverso le figure geometriche.
Numeri poligonali centrati:
Sono numeri che si rappresentano con pentagoni; la loro formula matematica è: 5n2+5n+2/2:1, 6, 16, 31, 51 ecc.
I numeri esagonali centrati:1+3n(n-1): 1, 7, 19, 37.
I numeri 6 e 7: se moltiplichiamo 66*67 otteniamo come risultato 4422; se moltiplichiamo 666*667 otteniamo come risultato 444 222.
Numeri palindromi: sono una sequenza di cifre che, letta al contrario, rimane invariata. Prendiamo un numero, invertiamo le sue cifre e sommiamo il numero a quello iniziale.
Se il risultato non è un numero palindromo, ripeto il procedimento con il risultato ottenuto. Esempio: 22+22=44.
La tabellina del 142857:
142857*2=285714
142857*3=428571
I risultati della tabellina di questo numero contengono le stesse cifre del numero di partenza.
Articolo a cura di: Alessandro Bruscato e Alessandro Di Francesco classe 2C s.s. di I Grado “dalla Chiesa” di San Genesio