Il cielo gioca a nascondino

foto il cielo gioca a nascondino

Il cielo gioca a nascondino

plastico sole-terra-luna

Exhibit realizzato da:
1^BI IIS L.G.Faravelli

Avvicinandoci allo stand 33 la nostra attenzione viene catturata da un grande plastico in polistirolo raffigurante il Sole, la Terra e la Luna e  dalla costruzione di uno shuttle realizzata con mattoncini lego. L’exhibit viene illustrato dagli alunni del Faravelli che ci descrivono il fenomeno dell’eclissi solare e lunare. Quella solare si verifica nel momento in cui il Sole, la Luna e il nostro pianeta sono perfettamente allineati; invece, in quella lunare, la Terra si trova in mezzo agli altri due corpi celesti. L’oscuramento può essere totale o parziale in base alla porzione di superficie nascosta; inoltre quando la Luna occupa il perigeo si verifica l’evento chiamato “luna rossa”, ovvero i raggi solari tangenti alla crosta terrestre “colorano” il nostro satellite di rosso.

Successivamente i ragazzi del Faravelli ci hanno esposto la storia dell’Apollo 1, la prima navicella che sarebbe dovuta uscire dall’atmosfera terrestre per inquadrare da vicino la Luna, nel lontano 1967. Sfortunatamente i tre piloti, Roger, Grissom e White, sono morti durante un’esercitazione. Le loro ultime parole risuonano ancora nella nostra memoria: “We are burning up!” ovvero: “Stiamo bruciando!”.

Il nome “Apollo” venne riutilizzato per altre spedizioni, per esempio Apollo 8 fu la prima navicella, con equipaggio, ad orbitare più volte attorno al satellite e a tornare in sicurezza sulla Terra; mentre la missione Apollo 11 del 1969 si concluse permettendo lo sbarco sulla Luna degli astronauti Neil Armstrong, Buzz Aldrin e Michael Collin.

Gli studenti della 1^ BI si sono messi in gioco sia nella costruzione del plastico sia nella ricerca di informazioni relative alle missioni “Apollo” più celebri; per questo motivo hanno saputo spaziare dal sistema solare, di cui è stata spiegata l’origine, ai progressi dell’uomo nel campo delle esplorazioni nello spazio.

Articolo a cura di:
Claudio Clerici e Marco Di Silvio
3 DLS ITIS “G.Cardano” – Pavia

Lorenzo Reale